Gerardo Capraro, meglio conosciuto come “Udine 52”, è il tassista milanese assurto agli onori delle cronache cittadine per avere restituito un borsellino gonfio di soldi dopo averlo trovato sul sedile posteriore della sua auto di servizio. Dentro c’erano all’incirca 10mila euro, tra rubli ed euro, di proprietà di un ragazzo russo in Italia per i saldi. Capraro, dal canto suo, ha avuto una sola tentazione: usare quei soldi per pagare le tasse che a causa della crisi ha dovuto rinviare o che prima o poi dovrà sborsare ad Equitalia coi diritti di mora. “Non so in quanti altri avrebbero fatto altrettanto” dice il tassista, che poi aggiunge: “I politici? Ma sì, anche loro avrebbero restituito tutto, se non altro per farsi un po’ di pubblicità gratuita”  di Fabio Abati