La Consob ha comminato tre multe per complessivi 180mila euro agli ex sindaci di Parmalat per inosservanza dei propri doveri di controllo nell’ambito dell’acquisizione di Lactalis America Group (Lag) da Lactalis, parte correlata in quanto azionista di maggioranza del gruppo di Collecchio. La Consob, si legge sul bollettino dell’authority, ha multato con 60mila euro ciascuno Mario Stella Richter, Roberto Cravero e Alfredo Malguzzi.

La vigilanza ha in particolare ha imputato ai tre sindaci “di non avere diligentemente vigilato sulla corretta applicazione della disciplina in materia di operazioni” con parti correlate. Il collegio sindacale, per la commissione, avrebbe dovuto sindacare le valutazioni del comitato di controllo interno sulla ricorrenza del requisito d’indipendenza di Mediobanca (advisor finanziario di Parmalat), “non risultando esse sufficientemente motivate alla luce, in particolare, delle significative relazioni finanziarie intercorrenti” tra Piazzetta Cuccia e Lactalis, la cui Opa su Collecchio è stata finanziata anche da Mediobanca.

I sindaci sarebbero inoltre dovuti intervenire sulle valutazioni del comitato in merito alla “ricorrenza dell’interesse di Parmalat all’operazione” e alla “convenienza e correttezza sostanziale della stessa”, in quanto “tali profili” non sono risultati “adeguatamente esaminati”. All’organo di controllo è stato infine contestato di non aver “diligentemente vigilato” sul rispetto delle norme sulle parti correlate nella procedura di scelta dello studio D’Urso Gatti Bianchi, già a fianco di Lactalis nell’opa su Parmalat, quale advisor legale di Collecchio nell’operazione Lag.