Arriva il terzo bollettino medico sulle condizioni di Pierluigi Bersani, colpito domenica 5 gennaio da una emorragia cerebrale. La notte è passata tranquilla, tutti i parametri sono stabili e nella norma. La Tac alle 2 del mattino è stata positiva. Bersani non è intubato, non è più sedato, è vigile e ha potuto parlare con i suoi familiari. L’ex segretario, spiega il bollettino dell’Ospedale Maggiore di Parma, rimane tuttavia ricoverato in rianimazione e la prognosi resta riservata come previsto in questi casi  di David Marceddu