Partenza sottotono per i saldi invernali. I commercianti della Capitale lamentano un andamento in negativo rispetto allo scorso anno. “Poca affluenza e shopping all’osso”, è l’opinione diffusa nel centrale quartiere Trieste. “Oltre ai saldi sono in liquidazione totale, ma comunque si vende poco – spiega il titolare di un negozio di abbigliamento – chiudo l’attività perchè non riesco più a pagare l’affitto”. Stesso copione poco più avanti: “Non guadagno più niente. Basta con l’Italia, vendo il negozio e parto per la Costa Rica. Tasse troppo alte, nessuna aiuto per le piccole imprese e una crisi nera”. “Ci mancava solo l’aumento dell’Iva“, è lo sfogo di un altro commerciante. E se i prezzi salgono la situazione non migliora. A parte qualcuno che saluta con soddisfazione il primo giorno di saldi, anche in Via Po, una delle vie storiche dello shopping di qualità di Roma, i commercianti sono delusi. “Nonostante lavoriamo con una clientela medio – alta, soffriamo la crisi anche noi”  di Annalisa Ausilio