Sto scrivendo dall’ipad di un’amica. Sono in vacanza e non ho il computer, quindi mi scuso per la stringatezza; vorrei comunque finire l’anno con questo breve post. Ho pensato quali libri mi porto dietro da lontano e mi porterò nel 2014

La cifra dell’anno che verrà è sette (2 più 1 più 4) e sette sono i titoli che mi hanno insegnato qualcosa di importante. Li rileggerò, qualcuno per la terza volta

1. Grande Sertao di Guimaraes Rosa

2. Austerlitz di W.G. Sebald

3. Vita e destino di Vassiliy Grossmann 

4. Poesie di Marina Cvetaeva

5. Lo straniero di Camus

6. Espiazione di Ian McEwan

7. Suite francese di Irene Némirovskj

 

L’anno che sta finendo mi ha regalato sei libri importanti

1. Nascita di un ponte di Maylis de Kerangal

2. Stoner di J.Williams

3. Il libro delle mie vite di A.Hemon

4. Vita e morte di un ingegnere di E.Albinati

5. La promessa dell’alba di R.Gary

6. Datura di P.Cavalli.

Chissà se qualcuno di questi entrerà nella lista dei permanenti l’anno prossimo.

 

E per concludere ecco i buoni propositi per il 2014. Mi riprometto di:

1. Leggere più autori italiani

2. Leggere più autori viventi

3. Leggere autori più giovani

4. Leggere, leggere, leggere