Carabinieri in versione Babbo Natale nell’Appennino reggiano. Per la vigilia i militari della Compagnia di Castelnovo Monti restituiranno ai derubati un ingente bottino del valore complessivo di 50.000 euro, razziato a seguito di numerosi furti in abitazione. Cinque insospettabili cittadini dell’est Europa, regolarmente residenti a Castelnovo Monti, sono stati denunciati dai Carabinieri della locale Compagnia per il reato di ricettazione. Probabilmente, erano in procinto di partire verso l’est Europa per ‘riciclare’ il bottino in doni natalizi. I carabinieri hanno sequestrato un ingente quantitativo di refurtiva costituito da preziosi in oro, elettrodomestici, elettroutensili, televisori e svariata altra merce per un valore di 50.000 euro provento di furto in una ventina di colpi commessi prevalentemente nelle abitazioni ma anche in cantieri edili del comprensorio montano reggiano nelle scorse settimane.

L’escalation dei furti in abitazione e nei cantieri edili consumati a ridosso delle festività natalizie e di fine anno, ha indotto i Carabinieri di Castelnovo a intensificare i controlli nei comuni del comprensorio montano con mirate attività tra cui perquisizioni domiciliari eseguite in abitazioni della zona. Un forcing repressivo che ha prodotto importanti risultati: in due differenti abitazioni occupate da cittadini dell’est Europa i Carabinieri hanno rinvenuto un ingente quantitativo di refurtiva (anche 8.000 euro in contanti ndr) che i successivi accertamenti hanno consentito di ricondurla a una ventina di colpi in abitazione ma anche cantieri commessi nella zona. I cinque stranieri aventi un età compresa tra i 23 ed i 40 anni sono stati denunciati alla Procura reggiana per il reato di ricettazione. Terminate le operazioni di inventario i carabinieri, probabilmente proprio per la vigilia, andranno casa per casa a restituire la refurtiva ai derubati.