La Mercedes Classe C sarà anche ibrida: come già le più grandi Classe S e Classe E, anche la media sarà disponibile in una versione ecologica, la C 300 BlueTEC Hybrid. Il diesel quattro cilindri da 204 CV, in combinazione con un motore elettrico da 20 kW, secondo quanto dichiarato, consumerebbe appena 3,9 litri di gasolio ogni 100 km. E più avanti arriverà anche una versione “Hybrid Plus”, che secondo la casa di Stoccarda consumerà ancora meno. Del resto, pur nella sconfinata gamma Mercedes, la Classe C non è un modello fra tanti: è il secondo più venduto del marchio dopo la Classe A, con 101.604 esemplari immatricolati in Europa da gennaio a ottobre. Per abbassare le emissioni medie della gamma, come richiesto dall’Unione Europea, è necessario che i modelli che fanno grandi numeri consumino sempre di meno.

Mercedes Classe C posteriore 

Rispetto alla versione precedente, la nuova Classe C ha un’aerodinamica migliorata e circa 100 kg di peso in meno, nonostante ora sia più lunga di quasi dieci centimetri. Settanta chilogrammi li fa risparmiare la composizione dei metalli della carrozzeria, che ora è per quasi il 50% d’alluminio (sulla serie precedente era meno del 10%). La leggerezza comporta vantaggi in termini di consumi e quindi di emissioni: a parità di potenza, dice la casa tedesca, la nuova Classe C consuma il 20% in meno. I tre motori disponibili al momento del lancio sono già noti perché equipaggiano l’attuale Classe C: il diesel 2.1 da 170 CV (C 220 BlueTEC) e i due benzina 1.6 da 156 CV (C 180) e 1.9 da 184 CV (C 200). Sul nuovo modello, però, saranno omologati Euro 6, avranno tutti lo Start & Stop di serie (che spegne il motore, per esempio, durante le soste al semaforo) e di conseguenza consumeranno meno: i dati dichiarati parlano rispettivamente di 4,0, 5,0 e 5,3 litri ogni 100 km. In un secondo momento s’aggiungerà alla gamma un nuovo diesel 1.6 nelle due versioni da 116 o 136 CV. E poi l’ibrida di cui dicevamo all’inizio.

Mercedes Classe C interni

 

Per competere con le apprezzate concorrenti BMW Serie 3 e Audi A4, la Mercedes ha dato alla nuova Classe C anche un aspetto più attraente. A Stoccarda cercano di svecchiare un po’ l’immagine, e con gli ultimi modelli, fra cui la Classe A, sembrano esserci riusciti: le forme sono ora più plastiche e le linee più sinuose. Per il frontale della Classe C sono disponibili due diverse configurazioni, una più sportiva con la stella a tre punte al centro della mascherina, l’altra (ma solo sull’allestimento Exclusive) più classica, col tradizionale logo sul cofano. Anche l’abitacolo appare modernizzato, con i grandi strumenti circolari e le bocchette dell’aria tondeggianti. Volendo, si può scegliere di sormontare la plancia con un display da 7 o da 8,4” in posizione centrale, da cui controllare, tramite touchpad, sistema di infotainment e navigatore. Fra gli altri optional, vale la pena ricordare le sospensioni pneumatiche Airmatic su entrambi gli assi, che regolano costantemente l’assetto per ottimizzare il confort di marcia. Molto ampia la dotazione di serie al capitolo sicurezza: sono standard il sistema Collision Prevention Assist Plus (che avvisa il guidatore in caso di rischio di tamponamento e, se necessario, agisce sui freni) e l’Attention Assist, che riconosce e sventa il rischio di un colpo di sonno. Quanto costa tutto questo? Nell’allestimento base chiamato Business – e saranno tanti i clienti aziendali – i prezzi della Classe C vanno dai 32.553 euro della 1.6 C 180 BlueTEC (ordinabile dall’estate 2014) ai 42.232 della C 220 BlueTEC Automatic, in base alla motorizzazione scelta. La versione top di gamma Premium costa fino a 8.800 euro in più.

 

Mercedes Classe C – la scheda
Che cos’è:
è il secondo modello Mercedes per volumi, la versione attuale è stata venduta in 2,4 milioni di esemplari dal 2007 a oggi
Che cosa cambia: più grande e più leggera del modello precedente, ha un look più moderno e consumi dichiarati più bassi del 20%
Principali concorrenti: BMW Serie 3, Audi A4 (segmento “medie premium”)
Varianti di carrozzeria: per ora solo berlina a tre volumi, seguiranno wagon, coupé e cabrio 
Dimensioni: lunghezza 4.686 mm (+95 mm rispetto al modello precedente)
larghezza 1.810 mm (+40 mm)
passo 2.840 mm (+80 mm)
bagagliaio 480 litri
Motori a benzina: 1.6 da 156 CV (C 180) e 2.0 da 184 CV (C 200) 
Motori diesel: 2.1 da 170 CV (C 220 BlueTEC, anche con cambio automatico) e dall’estate 2014 anche 1.6 da 116 CV (C 180 BlueTEC) e da 136 CV (C 200 BlueTec) 
La versione che consuma meno: in attesa dell’ibrida, fra le motorizzazioni disponibili al lancio è la C 220 BlueTEC, omologata per 4,0 l/100 km
Produzione: Brema (Germania), Pechino (Cina), Tuscaloosa (Usa) e East London (Sudafrica)
Prezzi da:
32.553 euro (C 180 BlueTEC allestimento Business)
In vendita da: dicembre 2013, prime consegne a marzo 2014