“C’è un linciaggio vergognoso contro la Lega Nord da parte di giornalisti italiani e romani. Non chiediamo giornalisti che parlino bene della Lega ma, senza fare liste di proscrizione, dal prossimo appuntamento chi dimostra obiettività morale entra al nostro congresso, gli altri possono uscirsene a calci in culo, perchè di pennivedoli non abbiamo bisogno”. Così l’attacco di Matteo Salvini ai giornalisti nel suo intervento al congresso federale straordinario del Carroccio  di Cosimo Caridi