La proposta di Matteo Renzi di una legge elettorale sul modello di quella dei sindaci non convince Pier Luigi Bersani: “E’ un modo di dire, credo, perché questo significherebbe l’elezione diretta del capo del Governo. Non c’è in nessun Paese al mondo, c’era in Israele, ma neanche lì è più in vigore”. Non entusiasta neppure il presidente dei Democratici, Roberto Speranza: “La nostra proposta è il doppio turno di collegio, quella di Renzi è un’idea da approfondire”. Dubbi sulla concretezza anche dal vicepresidente dei deputati del Pd, Paola De Micheli: “Valuteremo insieme quale’è la proposta più percorribile”  di Manolo Lanaro