Ci sono più modi per viaggiare, uno tra i tanti, quando non si può prendere il primo treno, la prima nave, il primo aereo, è la fantasia. E se la fantasia non bastasse, allora bisogna pur trovare un modo. Probabilmente ognuno di noi ha il proprio personale modo di andare lontano, in cerca di altri cieli e altre mete; il mio passa attraverso i sensi, l’olfatto e il gusto in primis. Così, senza grande spreco di energie, posso portare le mete lontane fin dentro casa. In fin dei conti basta così poco: la giusta ricetta, qualche ingrediente non consueto e in pochi, entusiasmanti gesti, una realtà sconosciuta si manifesta e mi apre le porte. Per iniziare questo viaggio armatevi di scarpe comode e occhi aperti, se vi trovate a Roma recatevi nei pressi di Piazza Vittorio e entrate in uno dei tanti venditori d’epice asiatici che troverete sotto i portici. Nessuno degli ingredienti di questa ricetta è difficile da reperire, bisogna solo sapere dove cercare.

Ingredienti
1 petto di pollo; 1 cucchiai di curry rosso; latte di cocco; 1 pezzetto di zenzero fresco; 2 scalogni; 1 peperone rosso; coriandolo fresco; 1 peperoncino rosso; riso thai.

Preparazione
Per iniziare, tritate finemente nel mixer gli scalogni con lo zenzero. Riscaldate una padella con un fondo di olio e soffriggeteli dolcemente per qualche minuto. Aggiungete la pasta di curry rosso e diluite il tutto con qualche cucchiaio di latte di cocco. Fate andare a fiamma vivace e sentirete tutti i profumi degli aromi sprigionarsi magicamente. Preparatevi: ha inizio così il vostro viaggio sensoriale! Tagliate il petto di pollo a tocchi regolari, della dimensione di un boccone, e aggiungeteli al resto degli ingredienti; rimescolate e fate tostare per bene da tutti i lati. Abbassate la fiamma e fate cuocere per 5 minuti. Unite il latte di cocco, lasciandone da parte tre dita che vi serviranno per cuocere il riso, e continuate la cottura per altri 5/6 minuti, mescolando di quando in quando; la fiamma dovrà sempre essere molto bassa. Nel mentre, tagliate il peperone, eliminate i semi e le coste e unite anch’essi nella padella; rimescolate e fate cuocere per altri 5 minuti (8 per chi non ama il peperone croccante) ma sempre a fiamma molto dolce, per non rovinare gli aromi. Aggiungete, altresì, del peperoncino (rigorosamente) rosso ma non troppo hot. Quindi, unite una manciata abbondante di coriandolo fresco (per chi non amasse il sapore pungente del coriandolo, può sempre sostituirlo con del basilico; si sposa bene con gli altri sapori, ma non vi farà varcare le porte dell’inatteso!) e aggiustate di sale.

Fate riposare il vostro curry di pollo per qualche minuto coprendo la padella con un coperchio (o se non lo avete delle adeguate dimensioni, il sempre verde foglio di carta argentata). Nel mentre, dedicatevi alla preparazione del riso thai al cocco. Calcolate una tazzina da caffè a persona e il doppio di acqua. Quindi, se siete in due, 2 tazzine di riso e 4 di acqua; in questo caso, giacché lo aromatizziamo al cocco, 1 delle 4 sarà di latte di cocco. Aggiungete un pizzico di sale, senza esagerare per non contrastare il dolce del latte di cocco, e mettete il tegame sul fuoco a fiamma dolce, coprendo con un coperchio. Dopo circa 8 minuti, controllate il livello del liquido: a fine cottura il riso dovrà risultare asciutto e ben cotto. Se così non fosse, aggiungete proprio un dito d’acqua e andate a tentativi. Quando il riso sarà cotto e asciutto spegnete la fiamma e fatelo riposare per 5 minuti. Dopodiché, sgranatelo con una forchetta.

Servite il pollo al curry rosso con il riso al cocco e buon viaggio!

di Alessia Vicari

www.puntarellarossa.it