Gli studenti delle superiori e gli universitari tornano in piazza a Roma contro i tagli e le politiche di austerità. “Vogliamo ribadire a questo governo l’importanza degli investimenti nella cultura“, urla il corteo che ha sfilato per le strade del centro della Capitale dietro il grande striscione “Non potete fermare il tempo, ci fate solo perdere tempo”. Momenti di tensione con le forze dell’ordine al dipartimento della Gioventù e in via dello Scalo di San Lorenzo davanti a una sede di Trenitalia. Dopo il lancio di fumogeni e petardi, gli studenti hanno proseguito fino all’Università La Sapienza, dove il corteo si è concluso con un’assemblea. “Noi non vediamo un futuro – dice uno studente – ma se non ci sono prospettive per noi, non ci sono per l’Italia”  di Annalisa Ausilio