“Sono accusato di essere troppo di sinistra”. Pippo Civati continua il suo tour elettorale e da Bra (Cuneo) non risparmia frecciatine a Matteo Renzi: “Se qualcuno dice che non è né di destra né di sinistra vuol dire che è di destra”. L’ex consigliere regionale lombardo continua e rivendica il suo ruolo di pontiere con i 5 Stelle, nelle settimane in cui veniva formato il governo. “Ora i ragazzi del M5S mi attaccano, perché sono il più simile a loro e rispondono alle regole della vecchia politica per le quali si attacca chi ti può sottrarre voti”. Civati però non perde di vista l’obbiettivo, la segreteria del Pd, e invita anche Renzi a votare per lui: “Penso che se Renzi fosse coerente dovrebbe votare Civati, perché è l’unico che chiede di andare a votare”  di Cosimo Caridi