“L’intervento del Consiglio dei ministri di oggi è stato il decreto Terra dei Fuochi. Oggi c’è stato un passaggio importante: per la prima volta un Governo affronta questa emergenza“. Lo dice il presidente del Consiglio, Enrico Letta, in conferenza stampa a Palazzo Chigi al termine del Cdm. Il provvedimento – aggiunge – interviene “dal punto di vista sanitario, ambientale e del rilancio del territorio”. “Grazie ai cittadini per aver tenuto alta l’attenzione sulla”grave crisi della Terra dei fuochi” così apre il suo intervento il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, in conferenza a Palazzo Chigi dopo il via libera del Cdm al decreto sulle emergenze ambientali, si rivolge ai cittadini ringraziandoli anche perchè “molte delle cose messe nero su bianco nel provvedimento, oltre al lavoro dei tecnici, sono il frutto di un confronto continuo”. Orlando parla anche di “confisca per i veicoli utilizzati per il trasporto di ingombranti, rifiuti tossico nocivi e altro materiale che viene sversato o incendiato in quella zona”. Il ministro delle Politiche Agricole, Nunzia De Girolamo (Pdl – Fi) ringrazia il collega di governo Angelino Alfano per la sensibilità dimostrata, consentendo l’utilizzo dei militari” ma subito puntualizza: “Non ci sarà una militarizzazione, ma un presidio del territorio importante. Per la De Girolamo: “Questo provvedimento rappresenta un’ operazione verità. Ci sarà una lista dei campi contaminati dove non sarà più possibile coltivare. I terreni dove proprietari non faranno fare controlli saranno inseriti direttamente in lista di quelli ‘no food’ fino a quando la situazione non sarà sanata”  di Manolo Lanaro