“Noi vogliamo tornare al più presto alle elezioni. Questo è un governo di minoranza, non ha più il consenso degli italiani”. Lo afferma il capogruppo alla Camera di Pdl – Fi, Renato Brunetta. Per l’esponente azzurro si può andare alle urne ”con questa legge elettorale. Non mi sembra che nessuno abbia detto che sia incostituzionale, fino ad ora sono state fatte tante chiacchiere, ma nessuno l’ha cambiata. La Consulta se la prende comoda e non si e’ pronunciata. Ricordo poi – continua – che con questa legge e’ stato eletto per 2 volte il presidente della Repubblica”. Il capogruppo di Pdl – Forza Italia torna poi a chiedere le dimissioni del ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni così come di tutto il governo: “Se anche Letta dice che la crisi non c’e’ più appartiene alla stessa categoria del titolare del tesoro e cioè degli ‘incredibili’, quindi ne tragga le conseguenze”. E ancora: “Noi abbiamo chiesto che si apra la crisi che poi con un’ipocrisia istituzionale è stata chiamata ‘passaggio alla Camere’. In Parlamento si sancirà la fine del governo delle larghe intese, ci aspettiamo che si apra una crisi formale, quella che no si è aperta con l’uscita di Fi dalla maggioranza”  di Manolo Lanaro