Ieri l’annuncio delle dimissioni. Ma oggi è lo stesso Silvio Berlusconi a dire che la burrasca in casa Milan è passata e lo storico amministratore delegato della società non lascerà: “Galliani resta al suo posto. E’ tornata la serenità. Galliani è più sollevato. Tutti restano al loro posto e il Milan prosegue all’insegna dell’unità di intenti”. Non è finita, perché in serata lo stesso Berlusconi raddoppia e annuncia: “Al Milano ci saranno due amministratori delegati: uno sarà Galliani, l’altro mia figlia Barbara”

Il top manager, da 25 anni alla guida della società di via Turati e legato da forte amicizia al Cavaliere, è partito con il Milan per la trasferta di Catania.

L’addio di Galliani era arrivato dopo mesi di tensioni con Barbara Berlusconi, consigliere d’amministrazione della società. “Con o senza accordo sulla buonuscita, mi dimetterò per giusta causa fra pochi giorni, forse aspetto la partita di Champions contro l’Ajax” aveva dichiarato l’ad spiegando di avere ricevuto “un grave danno alla reputazione”. La figlia del Cavaliere ha più volte attaccato la gestione del club negli ultimi anni, sottolineando, in un colloquio con il padre, che nelle ultime due campagne acquisti la società aveva speso molto e male. Da qui i malumori, le tensioni.

Dopo un colloquio con il presidente nei giorni scorsi ad Arcore Galliani sembrava aver sotterrato l’ascia di guerra, poi ieri la notizia delle dimissioni. Ieri sera a cena però Berlusconi ha convinto l’amico a non lasciare. L’incontro, durato quasi quattro ore, sembrava dove concludersi con un nulla di fatto. Ma oggi nuovo annuncio: “Non sono venuto a Milanello solo per le avverse condizioni meteo e mi spiace. In ogni caso il Milan va avanti con serenità” spiega Berlusconi in un messaggio diffuso da Milan Channel: “Avrei voluto dire queste cose direttamente alla stampa, ma il senso è questo. Galliani è sereno dopo la cena di ieri sera a Arcore”. 

“Le parole del presidente Berlusconi non tocca a me commentarle. Per quanto mi riguarda sono sacre da 34 anni e sono parole che non si commentano” dice Galliani.

“Negli ultimi giorni, con le vicende societarie sotto gli occhi di tutti, dobbiamo fare i risultati. Con quelli c’è una serenità migliore nell’ambiente. Bisogna staccarsi dalle problematiche societarie. Tutti lavoreranno per il bene del Milan. Io che sono il responsabile tecnico devo lavorare per portare a casa dei risultati” diceva questa mattina Massimiliano Allegri. “In questo momento, come sempre durante la stagione, l’allenatore deve gestire lo spogliatoio. Galliani quando arrivai al Milan mi disse: ‘Lei è il responsabile di Milanello non solo della squadra. Ci sono momenti in cui le cose vanno bene o male e non bisogna esaltarsi o deprimersi, bisogna dare i valori alla squadra, capire i momenti e stare vicino ai ragazzi che non si sono mai tirati indietro”.