Dopo Xbox One, arrivata nei negozi italiani la scorsa settimana, anche Sony finalmente scende nell’arena. Playstation 4, in uscita in tutta Europa, giunge al di qua dell’Atlantico dopo gli ottimi risultati americani. La console Sony, infatti, oltre ad aver registrato un numero di preordini più alto della concorrente, ha pure piazzato ben un milione di pezzi nel primo giorno di lancio negli Stati Uniti nonostante i titoli non proprio esaltanti (due tra i giochi più attesi, DriveClub e Watch Dogs, sono stati posticipati al 2014) e alcuni problemi tecnici rilevati da una piccola percentuale di utenti.

In ogni caso con Playstation 4 Sony chiude un’era e apre una fase del tutto nuova per il mondo delle console: abbandonato il processore Cell (concepito quasi dieci anni fa con una impegnativa joint venture con IBM e Toshiba), anche il gigante giapponese ha deciso di basare la sua nuova console su architettura x86, ovvero quella dei normali PC casalinghi, esattamente come ha fatto Microsoft con Xbox One. Dopotutto, nell’era della convergenza, più le piattaforme si assomigliano e meglio è per tutti, soprattutto per gli sviluppatori che devono lavorare su progetti comuni a console e computer.

Al netto delle disquisizioni tecniche, in ogni caso, Playstation 4 arriva sul mercato presentandosi come la console dotata delle caratteristiche hardware più interessanti. Mark Cerny (capo designer della macchina) ha puntato molto sulla potenza bruta e, almeno per ora, i risultati si vedono: Killzone: Shadow Fall, uno dei giochi di lancio, mostra un comparto tecnico assolutamente d’avanguardia, mentre il mondo dei videogiocatori è in attesa delle meraviglie tecniche al momento nascoste negli studi di Naughty Dog (lo studio di Uncharted) e degli altri sviluppatori di Sony Computer Entertainment. In ogni caso il prezzo, 399 euro, 100 euro in meno rispetto alla diretta concorrente e il brand Playstation (che in Italia ha sempre la sua forza) daranno una spinta non indifferente alle vendite della console.

Se Xbox One punta molto sulla telecamera tridimensionale Kinect, Sony ha deciso invece di dare una decisa ringiovanita al controller della console che, dopo essere passato pressoché indenne dalla prima Playstation fino ad oggi, finalmente subisce un corposo rinnovamento conquistandosi un touch pad frontale e un led luminoso sul lato posteriore. Dal punto di vista del software, invece, Sony punta molto sulle tecnologie cloud: Playstation 4, infatti, integra la piattaforma Gaikai (acquistata da Sony lo scorso anno) per condividere online i propri filmati presi dai giochi. Questa funzione, ancora non sfruttatissima in Italia, arriva per accontentare i migliaia di youtuber che, fra videocommenti alle partite e guide per i titoli più complessi, stanno diventando un vero e proprio fenomeno online.

Per quanto riguarda i giochi anche qui come per Xbox One bisognerà aspettare almeno il 2014 inoltrato per vedere i primi titoli davvero di nuova generazione, per ora la maggior parte dei giochi PS4 che troveremo sugli scaffali saranno riedizioni di titoli già usciti sulle ormai anziane Playstation 3 e Xbox 360 come Assassin’s Creed, FIFA e Skylanders. Playstation 4 ed Xbox One, dunque, sono pronte a sfidarsi ma, nonostante le fanfare dei giorni di lancio, la gara sarà molto più simile a una maratona che ai cento metri piani.

A cura di Nicolò Carboni

BadGames.it – il Nuovo Gusto dei Videogiochi