L’Autorità di garanzia per gli scioperi ha deliberato l’apertura di un procedimento di valutazione del comportamento dei sindacati Faisa-Cisal, Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uil Traporti, in occasione delle giornate di astensione improvvisa dal servizio del personale Amt di Genova, che hanno paralizzato il traffico della città per cinque giorni. La notizia è arrivata dallo stesso garante. 

Nel frattempo, la Procura di Genova ha aperto tre i fascicoli in merito. Lo ha detto il procuratore capo, Michele Di Lecce. L’ultimo, contro ignoti, riguarda l’ipotesi di resistenza, danneggiamento, violenza o minaccia ad un corpo amministrativo e fa riferimento all’”occupazione” della sala rossa che ha interrotto i lavori del Consiglio comunale. A questo proposito, è giunta in Procura una segnalazione della polizia municipale. Si tratta di una prima relazione e le persone coinvolte non sono ancora state identificate. Gli inquirenti hanno acquisito le riprese televisive per ricostruire quanto accaduto. Gli altri due fascicoli – sempre contro ignoti – sono relativi all’interruzione del pubblico servizio legata allo sciopero selvaggio dei bus e al proiettile spedito in una busta indirizzata al presidente di Amt, Lino Ravera, e intercettata negli uffici postali dell’aeroporto.