La Cancellieri? E’ una persona sommamente spregevole e non solo per le cose recenti. E’ l’unica vera Ruby. Napolitano è il concussore, Enrico Letta è il concusso”. Lo afferma Vittorio Sgarbi durante il talk show di approfondimento “Punto e a capo”, su Class Tv. “La Cancellieri è stata la vera Ruby” – spiega – “portando al reato di concussione più evidente fino a ieri. C’è la posizione dominante di un uomo che si chiama Napolitano, che fa fare il governo a un minore, Enrico Letta. E Letta fa il governo solo grazie a Napolitano. Il capo dello Stato, come se non ci fossero altri giuristi e persone in grado di fare il ministro della Giustizia in Italia, telefona a Letta e gli impone la Cancellieri come ministro, che poteva tranquillamente andarsene a casa, per il nulla che è, che fa e che ha fatto”. Il critico d’arte sottolinea: “E’ una concussione evidentissima. Io non chiamo un poliziotto, ma un presidente del Consiglio, che mi deve tutto, e gli impongo questo personaggio spregevole che si chiama Anna Maria Cancellieri, la quale prende anche 15mila euro al mese. Quindi, concussione con vantaggio. Nessuno ha perseguito questo crimine” – continua – “Enrico Letta è concusso da un diktat del presidente della Repubblica, altro che concussione di Berlusconi. E Napolitano ha telefonato una seconda volta a Letta, a uno più debole, per consolidare la posizione della Cancellieri. Questa è la cosa più schifosa che si poteva fare”. E conclude: “Aprano un processo questi magistrati indegni”