“In Italia manca l’etica della responsabilità, abbiamo solo commedianti della politica che, quando accadono le tragedie, corrono sul luogo del disastro e poi continuano a fare quello che hanno sempre fatto”. Angelo Bonelli, leader dei Verdi, punta il dito contro la politica che “piange dopo i disastri ma non fa niente per prevenire“. A pochi giorni dal nubifragio in Sardegna che ha messo in ginocchio l’Isola provocando 16 vittime, il Presidente del partito ecologista attacca le scelte del governo Letta: “Oggi si stanziano 20 milioni di euro ma sulla politica della difesa del suolo questo esecutivo ha previsto in tre anni 180 milioni di euro, briciole difronte ai 20 miliardi per il Tav e i 15 per gli F-35“. Candidato sindaco di Taranto nel 2012, Bonelli espone il suo progetto per una città che si libera dall’inquinamento dell’Ilva riconvertendo i posti di lavoro. “Due esempi su tutti: Pittsburgh e Bilbao. Erano le città dell’acciaio, oggi sono le capitali dell’innovazione tecnologica, della ricerca e della green economy. Per fare di Taranto la Pittsburgh del Sud Italia è necessario far pagare chi inquina, cosa che al momento in Italia non avviene. I miliardi sequestrati ai Riva – conclude – devono essere utilizzati per avviare le bonifiche e la riconversione”  di Annalisa Ausilio