La Federazione dei verdi italiani si prepara alle prossime elezioni europee di maggio 2014. Sabato 23 e domenica 24 il partito terrà a Chianciano Terme la trentaduesima Assemblea nazionale per rinnovare tutti gli organismi dirigenti del “Sole che ride”. 

Durante il congresso, dal titolo “Il Futuro è Verde”, verranno eletti anche due nuovi co-portavoce, un uomo e una donna, elemento nuovo per un movimento italiano in linea con quello che accade nei partiti verdi europei. Un appello firmato da varie anime ecologiste appoggia la candidatura dell’ex deputata Luana Zanella e dell’attuale leader Angelo Bonelli.  “Oggi condividiamo con loro –  si legge – l’esigenza di aprire in Italia un efficace processo di aggregazione degli ecologisti, che ridia forza e visibilità alla proposta politica dei Verdi”. Tra i firmatari ci sono anche i nomi di due figure di primo piano nella storia del movimento in Europa: Dany Cohn-Bendit, co-presidente dei Verdi al Parlamento europeo e quello del contadino francese José Bové, vice-presidente Commissione Agricoltura a Bruxelles e celebre per le sue battaglie contro gli organismi geneticamente modificati e a fianco del movimento No Global. Le altre due coppie di candidati per la carica di portavoce nazionali sono quella di Laura Scalbi e Francesco Emilio Borrelli; e quella formata da Giampaolo Cesaretti ed Elisa Scarano.