“Restiamo convinti della necessità di convocare un nuovo Consiglio di presidenza per verificare le gravi irregolarità avvenute nella Camera di consiglio della Giunta delle elezioni lo scorso 4 ottobre”. Lo chiede Maurizio Gasparri, vice presidente del Senato, che con il nuovo gruppo di Forza Italia torna alla carica per far slittare il voto sulla decadenza del Cavaliere. Gasparri, Elisabetta Alberti Casellati, Lucio Malan e Alessandra Mussolini, ma anche Roberto Calderoli e Giacomo Stucchi (Lega Nord), Lucio Barani (Gal) e Antonio Gentile (Nuovo Centrodestra) hanno, infatti, inviato una lettera formale al presidente del Senato Pietro Grasso affinché provveda a convocare una nuova riunione del Consiglio di presidenza per esaminare le istanze presentate e metterle al voto. “Speriamo – dice Casellati – che il presidente Grasso voglia e possa fare chiarezza al più presto. La questione della decadenza è vitale: chiediamo il rispetto delle regole e del diritto”. A farle eco Alessandra Mussolini: “Noi non crediamo che possa svolgersi la seduta del 27 sulla decadenza di Berlusconi perché viziata da gravi irregolarità”  di Manolo Lanaro