Seguendo il dibattito politico degli ultimi tempi, tutto incentrato sulla vicenda della decadenza di Berlusconi da senatore, ritengo che, decadenza o no, in primavera torneremo a votare.

Quali possibilità ha il Pdl o la nuova Forza Italia di vincere? A mio avviso, se rimangono uniti, nessuna, mentre divisi le possibilità aumentano. Infatti, quella parte del Pdl che non si riconosce in Berlusconi, non lo voterebbe, mentre potrebbe votare per quella nuova compagine scaturita dai fuoriusciti, richiamando, addirittura, anche quei voti che alle ultime elezioni si erano allontanati dal Pdl, proprio per le vicende di B.

Uniti potrebbero arrivare a sfiorare il 20% ma divisi potrebbero raccogliere anche più del 30%. Berlusconi il suo personale “zoccolo duro” tra il 15 e il 18% lo ha d’ufficio, quindi si tratta di riuscire a trattenere quei voti che, anche di malavoglia se ne andrebbero e recuperare quelli che se ne erano già andati.

L’unico modo per riuscire è dividersi per poi tornare a riunirsi dopo.

Certo Berlusconi ne uscirebbe indebolito ma probabilmente vincente.

Nel frattempo tiene la scena mediatica, tiene il Governo in bilico, impedendogli di fare cose che consentano alla sinistra di guadagnare credito presso gli elettori.

Non sono un esperto di strategie politiche ma,…hai visto mai….