Sandro appare dolce e sommesso, ma è anche altro“. Manuela Repetti, senatrice del Pdl, fa un ritratto inedito del suo compagno, Sandro Bondi, a ‘Un giorno da pecora’ (Radio2) come lei appartenente al gruppo dei “falchi” supporter di Berlusconi. “Sandro sa distinguere la vita personale da quella professionale” – continua – “Lui scrive poesie, ma quello è l’aspetto quasi comico della sua vita. Quella di “poeta” non è la sua qualità migliore. Sandro è timido solo in apparenza, gli piace fare la parte del sornione, ma quando si arrabbia, si arrabbia. E’ un tipo passionale, istintivo, geloso, ma tra di noi c’è fiducia”. La parlamentare aggiunge: “Sandro non è capace molto di fare i regali. Non sa assolutamente fare la valigia. Anche se gliela faccio io e lui ci mette un attimo le mani, con un gesto butta per aria tutto. In casa non fa assolutamente nulla, ma mi accompagna a fare la spesa”. Riguardo ai gusti televisivi, rivela: “Lui non ama i programmi politici. Quando capita di vederlo, cambia canale”  di Gisella Ruccia