A distanza di tre anni dai primi sgomberi, la frana di Ripoli Santa Maria Maddalena continua a non dare pace agli abitanti della frazione di San Benedetto val di Sambro, sull’appennino bolognese. Gli edifici si muovono a causa dei lavori di una galleria di quattro chilometri scavata da Autostrade per l’Italia. La società dei Benetton fino al 2011, quando un comitato di cittadini aveva sollevato il caso, aveva escluso la presenza di frane. Ora il paese piano piano si svuota.“È quasi quindici anni che abitiamo in questa casa e stiamo ancora pagando il mutuo con tanti sacrifici”, racconta Maria Grazia Toraldo, l’ultima vittima di una ordinanza di evacuazione della casa. “Qui nelle case intorno alla mia non abita più nessuno, ormai hanno mandato via tutti”, spiega una sua vicina di casa. Il sindaco Pd del paese, lo stesso che da anni firma le ordinanze di sgombero, tranquillizza tutti: “L’ultima è stata firmata solo per precauzione”. Ma a Ripoli le case sono ancora recintate e imbragate da anni e chi va via non torna più  di David Marceddu