“Il Movimento 5 Stelle ha presentato una mozione per riconoscere un aumento di 518 euro annui a 2 milioni di pensioni minime“.  E’ quanto annuncia il vicepresidente della comissione bilancio della Camera, Giorgio Sorial, al termine della conferenza stampa di  presentazione della cosiddetta “Operazione facce di bronzo“. Nella mozione si leggono i dettagli della proposta: un’applicazione di aliquote differenziate progressive, che partono dallo 0,1% per pensioni  che valgono da 1 a 6 volte il minimo (circa 490 euro), ed arrivano al 32% di tassazione sulle pensioni che superano di 50 la pensione minima (circa 25mila euro al mese). Sorial aggiunge: “Con questa misura M5S mira a redistribuire la ricchezza di chi percepisce anche 40-50mila euro al mese di  pensione, come Giuliano Amato e Lamberto Dini, che con 10mila euro di meno al mese vivrebbero bene ugualmente”  di Manolo Lanaro