La Capitale è la cartina di tornasole del patrimonio immenso, sottratto al crimine organizzato, che lo Stato non riesce a valorizzare in alcun modo: 383 beni sequestrati, di cui solo 219 destinati. Che però non vuole dire assegnati perché una serie di procedure assurde rendono il riutilizzo una chimera. Compresa l’Agenzia nazionale beni confiscati che non riesce a traslocare in un appartamento sequestrato continuando a pagare 300mila euro d’affitto all’anno  di Lorenzo Galeazzi e Nello Trocchia, montaggio di Samuele Orini