Vi siete mai chiesti, leggendo un fumetto o guardando un film con dei supereroi, quanta energia richiederebbe realmente volare a mille all’ora o correre come un fulmine, o ancora sollevare un palazzo con una sola mano? Probabilmente no. Ma del resto molti di noi non si sono mai chiesti neppure quanta energia occorre per asciugarsi i capelli, cuocere la pasta, o riscaldare il nostro appartamento…

Da questa semplice considerazione è nata l’idea di un progetto, rivolto alle scuole medie di Cesena e  a tutta la cittadinanza, che punta a promuovere, in modo divertente e curioso, il risparmio energetico e le energie rinnovabili.

“L’obiettivo di questo progetto – ci spiega l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale Lia Montaltiè quello di sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza delle energie rinnovabili e del risparmio energetico, partendo da quanto di buono è già stato concretamente realizzato in questi anni nel Comune di Cesena, anche grazie all’azione di Energie per la Città Spa, promotrice dell’iniziativa, per poi allargare e approfondire la riflessione su questi temi, affinché essi possano diffondersi ulteriormente.”

Con la collaborazione di Energie per la Città, la Società che svolge anche l’attività di Energy management per conto del Comune di Cesena, sono stati infatti realizzati interventi di riqualificazione energetica su 83 edifici pubblici e installati impianti fotovoltaici sui tetti di 19 scuole del territorio, tutti monitorati costantemente con un moderno sistema di telecontrollo.

E’ stata coinvolta la Cooperativa Kaleidos, per organizzare e seguire gli interventi educativi con l’esperienza che questa realtà ha accumulato in molti anni di attività educativa sulle tematiche ambientali.

“Il progetto è rivolto a tutta la cittadinanza – ci spiega Michele Dotti, educatore della Cooperativa – e questo ci ha spinto a predisporre linguaggi comunicativi diversi per raggiungere le diverse fasce d’età e valorizzarne le differenti competenze potenziali:

per quanto riguarda i giovani abbiamo pensato ad incontri nelle scuole e ad un loro coinvolgimento nella realizzazione di materiale divulgativo;

ai bambini e alle famiglie, proporremo tre giornate di festa e giochi nelle piazze e nei parchi, in stile “giochi senza frontiere”, sempre sul tema dell’energia;

per coinvolgere adulti e anziani abbiamo pensato a degli incontri serali presso tutte le dodici circoscrizioni. Lo stile che ci prefiggiamo è sempre orientato alla partecipazione attiva e a promuovere il piacere, diremmo quasi il divertimento, dell’impegno.”

Gli incontri nelle scuole proseguiranno per tutto l’inverno fino a raggiungere 250 alunni, con un percorso di tre incontri, in 12 differenti classi, di tutte le Direzioni didattiche, delle scuole medie inferiori della città. In parallelo si terranno gli incontri serali nelle Circoscrizioni di quartiere. Mentre dalla primavera inizieranno gli eventi di piazza per le famiglie.