Air France rimane il primo partner e principale interlocutore di Alitalia, ma se dovesse decidere di non partecipare all’aumento di capitale, non muore nessuno”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, parlando a margine dell’Homeday dell’Ance in programma a Roma, continua a sperare che la compagnia di bandiera francese giovedì 14 novembre sottoscriva l’adesione all’aumento di capitale della compagnia italiana. Interpellato, invece, sull’ipotesi di tagli al personale Lupi dice: “L’interesse del governo nel piano industriale è semplice: continuità aziendale, investimenti dai privati e difesa dell’occupazione. Oggi – ha concluso – vedremo i sindacati. Credo che debba prevalere il senso di responsabilità da parte di tutti”  di Manolo Lanaro