Una volta essere partigiani era molto più facile, si prendeva un fucile, ci si nascondeva in un bosco e si gridava: “Sono io l’Italia, venite a prendermi”.

In questo presente sono giorni confusi soprattutto per chi vuole combattere contro gli abusi dei poteri in carica. Difficile in particolare capire quali siano le armi migliori da usare per incidere realmente sul presente. Quando è stata l’ultima volta che un movimento di piazza è stato in grado di modificare una legge? Non scrivo questo pensando all’Italia, ma a tutto il mondo.

Di Arthur Giovane