Quando facevo parte del Pd, ho pagato personalmente 30-40 tessere“. Lo rivela a “L’Aria che tira”, su La7, Francesco Garofalo, sindaco di San Sossio Baronia, un paese in provincia di Avellino. “Facevo queste tessere agli amici” – continua – “mi facevo dare i loro documenti di riconoscimento e, anziché chiedere 10 o 15 euro, le pagavo io, pur di apparire e di avere credito col partito. Si fa così dappertutto, la guerra delle tessere c’è sempre stata“. E aggiunge: “Ora non sono più nel Pd, sono passato al centrodestra. Non faccio più tessere perché non ce n’è più bisogno”