E’ stato l’unico reporter a raccontare in diretta la devastazione portata dal supertifone Haiyan (localmente si chiama Yolanda) nelle Filippine. E ora che gli abitanti assistono impotenti all’impennata del bilancio delle vittime, il giornalista televisivo Atom Araullo è diventato una specie di eroe nazionale, l’incarnazione dello “spirito filippino” a cui si aggrappa il Paese di fronte alla catastrofe. L’inviato della tv filippina Abs-Cbn era proprio a Tacloban, la città dell’isola di Leyte che è stata distrutta dai venti a 315 km/h e soprattutto dalle onde alte fino a sei metri, causando un livello di distruzione simile a quello di uno tsunami. Le immagini di lui in azione venerdì mattina, mentre Haiyan flagellava la città, sono tra le più viste in queste ore su YouTube