“Lei non viene qui a fare domande che non riguardano Telecom“. Se la prende con il cronista del Fatto l’ad di Telecom Italia Marco Patuano. A causare il malumore è una domanda rivolta al suo collega Piergiorgio Peluso, figlio del ministro Annamaria Cancellieri e direttore finanziario dell’azienda, in merito ai giudizi che Giulia Ligresti ha espresso sul suo operato quando era direttore generale di FonSai. “Traditore” e “talmente protetto che chissà cosa gli daranno in Telecom”, dice la Ligresti riferendosi al figlio della titolare della Giustizia in una intercettazione ormai famosa. Ma al termine della conferenza stampa di oggi in piazza Affari a Milano per la presentazione del nuovo piano industriale di Telecom, il manager non parla. Nessun commento sulle parole che in questi giorni hanno messo in imbarazzo il governo proprio per le telefonate della madre, che ai Ligresti aveva promesso disponibilità fino al diretto interessamento per la detenuta Giulia Ligresti. Peluso, non risponde e si allontana. E al suo posto, stizzito, l’ad di Telecom Marco Patuano attacca: “Lei è dentro Telecom Italia”, dice al giornalista, “io non accetto domande che non c’entrano con Telecom”  di Franz Baraggino