“Qui sul cantiere dell’area feste c’è gente legata al benessere del territorio. Imprenditori che hanno messo attrezzature senza prendere il becco di un quadrino e da sindaco mi sento orgoglioso e credo che diventerà di esempio per altre amministrazioni comunali. Un motivo di vanto”. Parola del sindaco leghista del comune in provincia di Brescia, Oscar Lancini. Era l’aprile del 2012 e una troupe tv del canale leghista Adro leNews aveva intervistato il primo cittadino sul cantiere della Nuova Area Feste. L’area per la quale Lancini avrebbe favorito alcune aziende nella gara d’appalto con l’accusa di turbativa d’asta. Accusa per la quale è stato messo oggi agli arresti domiciliari. Lui ed altri componenti dell’amministrazione