Un’anticipazione dell’inchiesta esclusiva di Piazzapulita (La7). Dietro la Cassa integrazione il lavoro nero e un sistema legalizzato di ‘produzione sommersa’, agevolato dal sistema dei voucher che proteggono dai controlli. Un sistema che di fatto favorisce le truffe da parte degli stessi imprenditori. Una vicenda simile a quella raccontata da ilfattoquotidiano.it pochi giorni fa in un’inchiesta realizzata a Napoli. Questa volta siamo nel distretto del mobile di Matera: in un’azienda si offre il posto di lavoro con i voucher da 7,50 euro all’ora: “Ma io non do ogni giorno un voucher”, dice il responsabile. “Facciamo un accordo, se lavori 20 giorni, per 45 euro al giorno fa 900: decidiamo di darti 100 euro in voucher e 800 in nero. Se dovesse venire un controllo e sei in cassa integrazione con i voucher sei coperta, è già successo qui. Abbiamo due persone in cassa integrazione e tre assunti”