I confini di Milano sono solo a tre minuti in macchina eppure nel paese alle porte del capoluogo lombardo la connessione a Internet è una chimera. “Colpa della centralina Telecom che è molto lontana”, denuncia un cittadino. “Ma quale liberalizzazione, l’ultimo miglio di cavi è sempre gestito dall’ex monopolista di tlc che ci vende router che non funzionano”, rincara la dose un imprenditore. Fatto sta che anche con l‘Adsl si naviga a meno di un mega al secondo. Tutti sono concordi nel sostenere che il digital divide a Milano, per giunta in piena area Expo 2015, sia inaccettabile: “Non riusciamo a vedere nemmeno il FattoTv in streaming”  di Fabio Abati