“Siamo qui a dimostrare vicinanza al nostro movimento fratello Alba Dorata“. All’indomani dell’uccisione ad Atene dei due giovani del partito di estrema destra, i militanti di Forza Nuova si sono dati appuntamento davanti all’Ambasciata greca per un presidio di solidarietà. “Quello che sta succedendo adesso in Grecia è già successo in Italia negli anni ’70 – dice il coordinatore dell’Italia centrale Giuseppe Onorato – Noi speriamo che i fratelli di Alba Dorata non reagiscano con la violenza, ma tengano i nervi saldi”. Secondo i neofascisti italiani, è stata un’esecuzione mirata non a opera di cellule di sinistra, ma dello Stato: “Questo è un attacco ad Alba Dorata che ha raggiunto il 30% nei sondaggi nonostante la demonizzazione di questo movimento”  di Annalisa Ausilio