Quattrocento milioni di soldi pubblici spesi per costruire un mega complesso rimasto quasi inutilizzato. E che ora cade a pezzi, ad appena quattro anni dall’ultimazione dei lavori. E’ il 2009 quando l’isola della Maddalena dovrebbe ospitare il G8 nell’area dell’ex arsenale che un progetto di Stefano Boeri ha riadattato alla nuova funzione. I lavori, gestiti dalla Cricca di Angelo Balducci e compagnia, vengono portati a termine in fretta e furia. Tutto inutile perché la riunione dei grandi viene trasferita per decisione di Silvio Berlusconi all’Aquila. E ora, come si vede dal video, parti di facciata del centro congressi si staccano e cadono in mare, pezzi del tetto del centro commerciale volano via. Il porto per barche di lusso è ancora inutilizzato, visto che durante la sua realizzazione non è stata eseguita la bonifica necessaria e quella nuova non è ancora stata ultimata. Le strutture ricettive rimangono vuote. Si è aggiudicata la loro gestione, con un appalto discusso, il gruppo Marcegaglia che ora chiede allo Stato 149 milioni di euro di risarcimento danni. Altro denaro pubblico che rischia di aggiungersi a quello già sprecato per una vicenda, quella degli appalti del G8, per cui sono state rinviate a giudizio 17 persone, tra cui Balducci, Guido Bertolaso, Diego Anemone e Mauro Della Giovanpaola

(Il video è tratto dalla pagina Facebook di Antonello Sagheddu)