“Il Pdl puntava a rinviare tutto alla settimana prossima, mentre noi vogliamo che questa vicenda si definisca rapidamente e nella mia relazione ho spiegato come nell’arco degli ultimi 20 anni vi sia stata la progressiva riduzione dell’ambito di ricorso al voto segreto, in favore del voto palese“. Così il senatore del Pd Francesco Russo, al termine della riunione della Giunta del Regolamento del Senato, spiega che la nuova seduta è stata riconvocata per domani alle 9 per continuare il dibattito e, molto probabilmente per arrivare alla decisione sulle modalità di voto sulla decadenza di Silvio Berlusconi. Gli risponde Anna Maria Bernini, relatore Pdl in Giunta per il Regolamento del Senato, che dice: “Abbiamo dimostrato, precedenti alla mano, che al Senato il voto sulle persone è sempre stato a voto segreto. Se domani si decidesse in modo contrario, sarebbe un atto persecutorio e contra personam. Noi a questo governo – ricorda – abbiamo votato la fiducia due volte e non potrebbe restare senza conseguenze un fatto traumatico, repentino, persecutorio come questo”  di Manolo Lanaro