Raffaele Donini stacca lo sfidante Luigi Tosiani e si avvia a una annunciata riconferma alla guida del Pd di Bologna. Dopo la seconda giornata di voto nei circoli, per il congresso provinciale dei democratici, Donini mette insieme 602 voti totali, mentre Tosiani si ferma a quota 235 consensi. In una nota Fabio Querci, presidente della commissione provinciale per il congresso, sottolinea che “l’affluenza continua ad essere in linea con quella del 2010 e in alcuni circoli anche superiore”.

Guardando ai risultati nei singoli circoli, la montagna si conferma terreno di caccia per Tosiani. Dopo i ‘congressini’ vinti giovedi’ a Castel di Casio, Castello D’Argile e Lizzano in Belvedere, ieri l’outsider ha incassato la maggioranza dei voti a Castel d’Aiano (sette su 12, il 58%), Gaggio Montano (cinque su otto, il 62,5%) e Granaglione (sette su 12, il 58%). Nelle altre votazioni e’ schiacciante la vittoria di Donini, che fa il 100% di consensi nel circolo Pd del Comune, il 95% ad Anzola e Lavino, il 91% al circolo Enrico Berlinguer. Il segretario uscente strappa il successo anche nella Castenaso del renziano Stefano Sermeghi, sostenitore di Tosiani: Donini prende 195 voti (72%) contro i 65 dello sfidante (ma 11 sono schede bianche o nulle, il dato piu’ alto dei congressi di circolo di ieri).