Erano almeno in ventimila i cittadini campani scesi in piazza per la “Mobilitazione generale” per dire no ai roghi tossici. “E’ una giornata storica per Napoli e per tutta la Campania. Da questa città deve partire una rivoluzione culturale” ha detto Angelo Ferrillo, promotore della manifestazione e creatore del blog www.laterradeifuochi.it. Delegazioni sono arrivate anche da Taranto. Il corteo si è mosso da Piazza Dante ed è arrivato, passando per le vie del centro, a Piazza del Plebiscito. “In Campania stanno arrivando quattromila miliardi delle vecchie lire tra bonifiche, inceneritori, coltivazioni no food, appalti per la metropolitana, questi signori al potere se ne devono andare, devono capire che i cittadini hanno alzato la testa e non l’abbasseranno più”. Quanto alle bonifiche da realizzare, di cui molto si sta discutendo in queste settimane, Ferrillo ha le idee chiare: “A noi non interessano le bonifiche, non vogliamo neanche un centesimo per le bonifiche. La prima vera bonifica è smettere di inquinare. Se si continua a scaricare cosa c’è da bonificare?”  di Andrea Postiglione