L’avventura politica di Berlusconi non è assolutamente finita. E vi dico: avrete delle sorprese”. Sono le parole pronunciate ai microfoni di “Mix24”, su Radio24, da Tarak Ben Ammar, l’imprenditore televisivo tunisino, noto per essere grande amico del Cavaliere. Intervistato da Giovanni Minoli, il produttore annuncia colpi di scena nella vicenda politica e giudiziaria di Berlusconi: “Ricordiamoci di De Gaulle, c’erano tre partiti di destra e ha saputo gestire la Francia. Tutti pensavano che era vecchio e finito. Berlusconi ha una marcia in più, ha una forza di carattere e molto coraggio e gli elettori che l’hanno votato per vent’anni lo sanno meglio di me”. Ben Ammar sostiene fermamente che l’ex premier sia vittima di una persecuzione giudiziaria: “Io sono l’unico socio di Berlusconi e ho risposto a tutte le accuse secondo le quali Frank Agrama è il suo socio occulto. Agrama non è mai stato socio di Berlusconi. Non l’ho detto mai ai giudici perché loro non mi chiamano mai. Conosco tutti gli affari di Berlusconi negli ultimi trent’anni” – continua – “compreso quello dei diritti tv, e posso dire con certezza che Silvio è innocente. E vedrete: non sono finite le sorprese su questo argomento“. L’imprenditore poi dichiara di conoscere il Cavaliere nei suoi segreti più intimi: “La sua scelta più felice? I figli e la creazione di Mediaset. La sua scelta più infelice è quella di essersi separato da una donna geniale come Veronica Lario, anche se in una coppia i responsabili sono sempre due”. E rivela: “Con la morte della mamma e la fine del matrimonio con Veronica è diventato un po’ più malinconico. Ma lui non è un uomo solo, perché ha accanto a sé i figli e una persona vicina che riempie quasi il ruolo di madre e di moglie“. “Ah, la napoletana, la Pascale”, replica Minoli. “No, è Marina, la sua figlia geniale, anche se la Pascale è una ragazza deliziosa. Le cose dette dalla Bonev su di lei sono uno scandalo”  di Gisella Ruccia