“Il senatore Grasso dimentica di essere il presidente del Senato e si qualifica solo come uomo fazioso e di parte. Si tratta di forzature non solo inaccettabili, ma anche di una irrazionale ricerca della rissa”. Così Fabrizio Cicchitto, presidente della commissione Esteri (Pdl), dalla sala stampa della Camera entra nel merito della polemica sul voto segreto o palese al Senato per decidere la decadenza di Silvio Berlusconi con il presidente del Senato Piero Grasso che ieri aveva espresso la sua opinione dicendo: “Se il voto sarà segreto bisognerà vedere se sarà davvero un voto di coscienza o se dipenderà piuttosto da interessi diversi. Se invece il voto sarà palese, tutto sarà più chiaro”. Per Nichi Vendola, leader di Sel, “il Pd dovrebbe arrossire ogni giorno per la strana convivenza di governo con il Pdl”  di Manolo Lanaro