“Dobbiamo migliorare la comunicazione tra noi e gli iscritti ai meetup, questo è l’unico problema che riscontro”. Alessio Villarosa, capogruppo alla Camera del M5S, commenta così a Montecitorio l’incontro avvenuto lo scorso weekend tra alcuni eletti e i meetup del Movimento 5 Stelle. “Manca un rapporto più stretto con i nostri attivisti – dichiara -, perché loro non sanno che la piattaforma è pronta ed ha già in se la prima proposta del M5S da valutare con gli attivisti che riguarda l’abolizione del finanziamento pubblico per l’editoria”. E ancora: “Il portale è in test e la prossima settimana, o forse in questa, vedrete le prime proposte e gli attivisti potranno fare le prime proposte”. E sul post di Beppe Grillo nel quale si annunciava che la piattaforma non ci sarebbe stata e che bastava solo il blog di Grillo? Per Villarosa: “Invito a rileggere bene quel post perché forse non era chiara, ma Beppe e Gianroberto specificavano che la piattaforma era già in beta test, c’è anche se gli attivisti non possono vederla questa, io l’ho vista ed è bellissima”. E sul mancato e tanto atteso incontro tra Beppe Grillo e i deputati e senatori 5 Stelle in seguito alle polemiche sul tema dell’immigrazione, Villarosa spiega: “L’incontro non è stato fatto semplicemente perché quella giornata non era una giornata utile per molti dei deputati e senatori, poi i giornali hanno un po’ esagerato con i termini, ma l’incontro lo faremo prossimamente”. Infine sul collega Alessandro di battista che in radio ha affermato che nel Movimento comanda Gianroberto Casaleggio e non Beppe Grillo, Villarosa smorza ogni polemica: “Alessandro scherzava, nel movimento ne Beppe né Goanroberto hanno la voglia di comandare”  di Manolo Lanaro