Il parlamento del Territorio della capitale dell’Australia ha approvato una legge che permette i matrimoni tra persone dello stesso sesso, diventando il primo del Paese. Il provvedimento è stato approvato con un voto di 9 a 8, tra le acclamazioni dei sostenitori dell’iniziativa, tra cui i laburisti e i verdi, mentre i liberali hanno votato contro. Le unioni civili tra persone dello stesso sesso sono già permesse nella maggioranza degli stati dell’Australia, ma la nuova legge del Territorio della capitale Canberra potrebbe dar luogo ai primi matrimoni gay entro la fine dell’anno. Gli oppositori hanno già annunciato la loro intenzione di appellarsi allo Stato federale per l’invalidazione del provvedimento visto che è in contrasto con la legge federale nella quale il matrimonio si configura come l’unione dell’uomo e della donna. 

“Non c’è più nessuna scusa, se mai ci fosse stata, per discriminare le coppie omosessuali nella nostra comunità – ha detto la presidente dei ministri del Territorio della capitale Katy Gallagher – che ha aggiunto: “Sono i nostri figli, i nostri genitori, i nostri fratelli, i nostri mentori e i nostri colleghi” . Il presidente dei ministri ha poi ribadito la sua fermezza sulla decisione: “Di certo si creeranno delle incertezze, ma non ci devono far rinunciare”.

L’Australia ha sei stati federali e due territori. Secondo la legge sull’uguaglianza dei matrimoni, anche le coppie gay che vivono al di fuori del territorio della capitale potranno venire a sposarsi a Canberra. Le nozze gay erano state rigettate dal parlamento australiano a settembre 2012 con 98 voti contrari e 42 favorevoli. Tony Abbott, il primo ministro conservatore, che è stato eletto nel voto di settembre, ha detto che si sente “minacciato” dai matrimoni omosessuali. Durante la sua campagna elettorale è stato criticato per aver definito le nozze gay come “la moda del momento”.  Mentre la sorella del premier, Christine Forster, che è apertamente omosessuale ed ha ufficializzato di recente la sua relazione con la compagna di lunga data, si è augurata che la legge sulle nozze gay possa superare le difficoltà legali.