“Con questa legge di Stabilità il governo sta continuando a infierire su un Paese che è già in ginocchio. Anche se è provato che l’austerità è disastrosa, con il debito in salita e il Pil e l’occupazione a picco continuano ancora su questa strada”. Così Piero Bernocchi, portavoce nazionale dei Cobas, spiega le ragioni della manifestazione che si sta svolgendo a Roma dei sindacati di base. Il corteo, partito da Piazza della Repubblica, raggiungerà piazza San Giovanni. Nella Capitale sono, inoltre, già scattate le misure di sicurezza rafforzate in vista del corteo “contro le grandi opere” previsto per domani. Camionette di polizia, carabinieri e guardia di finanza presidiano gli snodi importanti della città e i palazzi istituzionali, ministeri compresi. Particolarmente rafforzata la vigilanza alle vie d’acceso al Viminale, Palazzo Chigi, Senato e Quirinale. A questo proposito pannelli di protezione sono state installate davanti ai dicasteri dell’Economia e delle Infrastrutture. Il corteo si concluderà con una “acampada” in piazza San Giovanni, dove verrà allestita la tendopoli dei manifestanti, e un concerto in serata (99 Posse, Ascanio celestini e Banda Bassotti). Evento, a cui si affianca per la città di Roma, la partita di calcio all’Olimpico alle ore 20.45 che vede confrontarsi Roma e Napoli   video di Tommaso Rodano