Stanze vuote, bagni divelti, rifiuti abbandonati, escrementi di ogni tipo che emanano un odore nauseabondo: sembrerebbe il set di un film horror e, invece, è un’ala dell’Ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli. Al quinto piano del nosocomio, una porta perennemente aperta dà accesso a chiunque a un’area non utilizzata, ma le cui condizioni igieniche fanno accapponare la pelle, a maggior ragione se si pensa che a pochi metri di distanza vengono svolte quotidianamente analisi e delicate visite. L’ala, infatti, si trova esattamente di fronte al reparto di anatomia e istologia patologica e citopatologia ed è sullo stesso piano del reparto di oftalmologia. Le telecamere de ilfattoquotidiano.it hanno visitato l’ospedale qualche giorno dopo la denuncia di Stabia24.it. Ma nulla sembra essere cambiato  di Andrea Postiglione