“Il problema è applicare la Costituzione in tutte le sue parti: non siamo qui per difenderla, ma appunto per applicarla”. Così ai microfoni de ilfattoquotidiano.it il segretario della Fiom Cgil, Maurizio Landini che aggiunge: “Non siamo contrari alle riforme, come ridurre il numero dei parlamentari o pensare a un bicameralismo diverso. Ma – prosegue – per fare queste cose non c’è bisogno di toccare la Costituzione o di stravolgere l’articolo 138. Per dare stabilità politica, invece, basta rifare la legge elettorale: sono 2800 giorni con un sistema che è stato definito una porcata”  di Tommaso Rodano