“Vendere i beni confiscati alla mafia e lotta all’evasione con pagamenti elettronici per spese superiori a 10 euro”. Sono le misure fondamentali di ‘Sblocca Lavoro’, una proposta elaborata dall’Italia dei Valori per creare nuova occupazione, ridurre la tassazione e rilanciare l’economia. Iniziativa presentata questa mattina a Roma davanti al ministero delle Attività Produttive. “I governi Monti e Berlusconi non hanno mai voluto aprire le casseforti dei mafiosi – spiega il segretario dell’Idv, Ignazio Messina – e non è un caso se in questo esecutivo non si è ancora formata la Commissione antimafia”. “Un pacchetto di misure per incentivare le imprese ad assumere giovani – afferma Antonio Di Pietro – gli stessi giovani che non devono dare credito agli ultimi provvedimenti di amnistia e indulto” che lanciano un chiaro messaggio: “andate a rubare che ci guadagnate”  di Annalisa Ausilio