Il governo valuta come evitare il default della compagnia aerea Alitalia. Intanto l’Eni è pronta a chiudere i rubinetti del carburante visti i debiti contratti, l’esecutivo studia il ritorno dello Stato nel capitale della compagnia di bandiera con una quota vicina al 16% per mantenere l’equilibrio con Parigi presente nel capitale di Air France, secondo il quotidiano la Repubblica, mentre nei giorni scorsi il Sole 24 Ore parlava addirittura di un 30 per cento. Nell’incontro a Palazzo Chigi di lunedì, però, il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato e quello dei Trasporti Maurizio Lupi non sono riusciti a mediare per arrivare a un’intesa con le banche sul rifinanziamento del debito della compagnia aerea (leggi l’articolo integrale). Ma ilfattoquotidiano.it ha messo in fila in un blob urticante tutte le dichiarazioni di chi allora nel governo di centrodestra capitanato da Silvio Berlusconi esaltava le gesta della cordata di imprenditori che avevano “salvato la patria e la compagnia”  di Gisella Ruccia