Con lancio di uova e farina, una cinquantina di attivisti del collettivo universitario Cua ha contestato Enrico Letta, a Bologna per l’inaugurazione del Mast, centro di welfare e cultura aperto in questi giorni nella prima periferia della città. I ragazzi, al grido di “assediamo il responsabile dell’austerità“, hanno tentato di forzare il cordone di agenti davanti ai cancelli dell’edificio, e ci sono stati dei tafferugli con lancio di cartelli e fumogeni. Ma il premier, entrando da un accesso laterale, non li ha nemmeno incrociati  di Giulia Zaccariello